Evelina Cattermole Mancini. Versi. 1883

Peggio che al vento, se n’andran dispersi
là giù tra ‘l fango de l’oscura via,
risa, baci, sospiri fatti armonia.
fatti profumo in questi fogli tersi.

Qualche somaro che il sentier traversi
li calcherà ragliando un’omelia;
e tizio ghignerà: la poesia
sta ne’ fogli di banca e non ne’ versi.

La casta dama che fin dietro i letti
bianchi de’ bimbi i frolli amanti cela,
scandalizzar faranno i miei sonetti.

Io sempre, ricca d’alti sensi il core,
avrò ne ‘l canto che il pensier rivela
culto la verità, nume l’amore.

Annunci

5 pensieri su “Evelina Cattermole Mancini. Versi. 1883

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...